Oggi i cristiani uccisi, il massacro è avvenuto in Nigeria, sono circa 90.
Tutti i commentatori ci stanno spiegando le motivazioni del massacro.
Il massacro è stato organizzato dalle organizzazione islamiche estremiste, che è un gran bel termine, perché è sufficiente che qualcuno sia più estremista, che qualsiasi folle fa le figura del moderato. Rispetto a Hitler Mussolini era un dittatore moderato, e rispetto a Stalin era moderato Krushov e così via. Se paragonati ai salafiti, che vietano di tagliare il pomodoro in senso sagittale perché può formarsi il disegno della croce, certo i Fratelli Musulmani sono moderati. E quelli che ai cristiani vogliono togliere qualsiasi proprietà e qualsiasi diritto civile, ma sono disposti a lasciarli vivi,  sono moderati rispetto a chi li sta ammazzando come si ammazzato i cani rabbiosi, come si sterminano i topi di fogna, nell’indifferenza generale di un occidente folle di buonismo islamicamente corretto e di delirante  amore per il terrorismo islamico, quello palestinese in primis.
La domanda numero uno: “chi è stato?” trova una facile risposta: gli integralisti, anzi i salafiti, che  in arabo vuol dire integralista, ma così cominciamo a imparare la lingua, il primo passo di chi si avvia alla sottomissione.  I salafiti sono un gruppo a parte, l’islam è tanto buono. Non dobbiamo criminalizzare tutti per una minoranza. Vorrei ricordare che il numero di tedeschi che era favorevole allo sterminio degli ebrei inclusi in bambini era una minoranza: questo non ha salvato gli ebrei. La maggioranza dei turchi non era favorevole allo sterminio degli armeni e in particolare delle donne e dei bambini: questo non ha salvato nessuno. E’ sufficiente che il 20 % di una popolazione sia favorevole alla violenza indiscriminata sui civili perché quella popolazione sia mortalmente pericolosa, estremamente pericolosa, potenzialmente genocidaria. E così la domanda numero uno è a posto si passa alla domanda numero due: perché? Le spiegazioni sono numerose. Scelgo a caso tra le varie ipotesi.  L’attentato è stato fatto
come reazione a un qualche atto non gradito del governo,
come reazione alla cattiveria dell’occidente, cattivo a prescindere,
per destabilizzare il governo centrale e/o locale
per scatenare una guerra interreligiosa.
L’ipotesi che il massacro è stato fatto per massacrare i cristiani, che per l’islam sono infedeli, è un concetto troppo cattivo per il commentatore medio. L’islam è una religione fondata da un generale che l’ha imposta con la spada e che ordina di uccidere gli infedeli ovunque si trovino.
I cristiani in Nigeria, come quelli del Senegal,m come quelli del Kenia, come l’intera popolazione di Israele, ma anche come l’intera popolazione dell’Europa sono infedeli. Non tutte le persone di convinta e reale fede islamica desiderano ucciderci. La maggioranza desidera solo dominarci in una posizione di sottomessi che si dice dihimmi. Non è possibile, il corano lo vieta, che un musulmano possa convivere con non musulmani rispettandoli e a diritti pari.

 
Ciò che il Corano comanda a proposito di noi infedeli: *
Sgozza gli infedeli ovunque li trovi (2:191)
Fai la guerra agli infedeli che vivono vicino a te (9:123)
Quando si presenta l’occasione, uccidere gli infedeli ovunque li si cattura (9,5)
Gli ebrei ed i cristiani sono pervertiti; combattili (9:30)
Uccidere gli ebrei ei cristiani, se non si convertono all’islam o se rifiutano di pagare la tassa jizya [tassa dell’umiliazione] (9,29)
Mutilare e crocifiggere gli infedeli se criticano l’islam. (05:33)
Punire i miscredenti con indumenti (gabbie) di fuoco, aste di ferro con ganci, acqua bollente, si fondano la loro pelle e il ventre (22:19-21)
Ogni religione diversa dall’Islam non è accettabile (3:85
Non cercare la pace con gli infedeli; decapitateli quando li prendete prigionieri (47:4)
Terrorizzare e decapitare quelli che credono in altre scritture che il Corano (8,12)
I miscredenti sono stupidi; esortare i musulmani di combatterli (8:65)
I musulmani non devono prendere gli infedeli come amici (3:28)
I musulmani devono radunare tutte le armi possibili per terrorizzare gli infedeli (8:60)
Gli infedeli sono impuri e non vanno lasciati entrare in moschea (9,28)
Chi afferma che l’islam è o può essere una religione di pace è una persona che vuole credere in un’illusione, una persona molto poco informata o semplicemente qualcuno che sta mentendo. L’unica pace possibile per l’islam è la sottomissione del mondo ai suoi precetti.
Islam vuol dire sottomissione. Per la sottomissione, grazie , ma non contate su di me.
Dobbiamo salvare i cristiani, fare tutto quello che possiamo per  Israele, che è sotto minaccia nucleare e creare per  gli uomini e le donne nati dell’islam una via di fuga da una teocrazia terrificante.
Sono sicura che ci riusciremo.
Il 18 di questo mese alle ore 19 sarò a Roma alle 19 in Piazza S. Apostoli alla manifestazione organizzata da Magdi Cristiano Allam. Sono sicura che saremo in tantissimi.
Silvana De Mari presidente dell’associazione Salviamo i Cristiani.

Rispondi