All’Italia non resta che attaccarsi a Trump

Non cambia il mandato della missione Triton, no all’apertura di altri porti nel Mediterraneo per accogliere i migranti, stop sui nuovi fondi. Sono tanti i ‘no’ incassati dall’Italia al vertice di Tallin. In particolare da Germania, Olanda e Belgio. La Spagna si è chiamata fuori con grazia sostenendo di avere porti ‘già troppo sotto pressione’, mentre la Francia ha manifestato una profonda …

Dalla Nigeria con terrore: l’accoglienza incontrollata e la tratta delle schiave del sesso

 Guinea, Nigeria, Costa d’Avorio. I dati forniti dall’Alto commissariato delle Nazioni Unite per i rifugiati (Unhcr) parlano chiaro. Sono 84,879 gli immigrati sbarcati sulle coste italiane da gennaio 2017 ad oggi, in un grafico aggiornato quotidianamente, il numero di arrivi ha già superato del 19% quello dello scorso anno. E sono sempre le Nazioni Unite ad affermare che sette persone su dieci che attraversano …

Il Califfo su YouTube e la rivolta degli inserzionisti di Google

 E’ nella pericolosissima terra di mezzo di internet che la “chiamata” alla Jihad, la Guerra Santa, viene alimentata da anni e con successo dal terrorismo islamico. Il collegamento tra la piattaforma video YouTube e il terrore jihadista è quanto mai radicato. I terroristi islamici hanno capito che la piattaforma video più famosa al mondo può essere essere letale come i coltelli che usano per sgozzare gli “infedeli”. I …

Giustizia e misericordia

“La madre di Youssef, uno dei terroristi di Londra, italiana convertita, su la7: “Spero che mio figlio sia in paradiso, perché Allah guarda le intenzioni…” Oriana for president, ora e sempre. Una madre ha il diritto, forse il dovere, di sperare il proprio figlio in Paradiso. Ogni popolo ha il diritto, anzi il dovere, di non avere sul proprio territorio …

Altro che “Primavere arabe”, la guerra dalla Libia è arrivata in Europa

Ripubblichiamo un articolo di Lorenza Formicola presente su L’Occidentale e datato 26 Maggio 2017. Una analisi profetica alla luce degli eventi di ieri sera a Londra.     C’è il rischio di un attacco “imminente”, ha detto Theresa May a ventiquattro ore dall’attentato all’Arena di Manchester. La Gran Bretagna è un Paese sul chi va là, che sull’attenti mastica paura. Il …

Ancora terrore

A Londra attentato fatto con un pulmino e coltelli. La colpa quindi è dei fabbricanti di pulmini e si dovrebbero vietare i coltelli da cucina? La colpa è ovviamente del terrorismo islamico, delle persone cioè che, nate nell’islam, eseguono alla lettera gli ordini dai dal corano “uccidete gli infedeli ovunque si trovino” e “Chi terrorizza i nemici di Allah è …

Non c’è posto per le donne nell’Europa islamizzata

Quando all’indomani dell’attentato al giornale satirico Charlie Hebdo quelli di Fox News – il canale televisivo americano – sostennero l’esistenza di no-go-zone nel cuore di Parigi, mandarono su tutte le furie i media francesi. Il fatto che nel bel mezzo della romantica Ville Lumiére ci fossero aree ostaggio in cui i non musulmani non sono ben accetti, e dove regna la …

Gli attentati islamici in Europa: “strategia della tensione per rafforzare l’establishment”

  Gli attentati come quelli al Bataclan o a Londra o a Berlino servono per rafforzare il potere costituito, quindi sono auto attentati dei governi francese, inglese e tedesco. Lo hanno detto chiaramente fonti autorevoli come Edward Luttwak e l’editorialista Franco Venturini del Corriere della Sera.   Solo nel regno del bipensiero gente come il politologo, ben inserito negli ambienti …