E adesso Mr. Facebook paga gli avvocati ai clandestini

 Zuckerberg – il signor Facebook- nel 2013 fondava l’embrione di un movimento politico pro-immigrazione dietro il paravento che fa tanto Onlus. In un editoriale a sua firma sul Washington Post, quattro anni or sono, lanciava formalmente il movimento FWD.us, “Forward Us”, “Avanti Stati Uniti”, dove “us”, suffisso di dominio per gli Usa, può anche significare “noi”. Progetto lanciato insieme ai leader di tutte le principali compagnie …

Germania, i reati sessuali dei ‘migranti’ raddoppiano dopo un anno

La settimana scorsa, ad Amburgo, il tribunale ha decretato che un immigrato 29enne iracheno, Ali D., non può essere ritenuto colpevole dell’accusa di violenza sessuale su minore (l’uomo ha abusato di una ragazzina di tredici anni) perché non poteva sapere che avesse meno di 14 anni (in Germania gli under 14 vengono considerati dei bambini). La corte gli ha allora mostrato clemenza non …