scontro di civiltà

Il 27 dicembre 2008 è morto Huntington, nella sua casa in Massachusett all’età di 81 anni.

Huntington è stato il rpimo autore delle parole “scontro di civiltà”.

“The clush of civilizations?” ovvero “Scontro di civiltà?” è il titolo di un articolo pubblicato nel 1993. La conclusione dell’articolo levava il punto interrogativo.

Huntington ipotizzò che lo scontro non sarebbe stato né ideologico e meno che meno economico. Sarebbe stato uno scontro culturale. L’affermazione di Huntington liquida per sempre la teoria marxista, che il denaro sia sempre l’unico movente di ogni azione umana, per ,lo meno di ogni azione politica e soprattutto delle guerre. Huntington dichiara che non c’è progresso o sogno di progresso economico in grado di rendere penetrabili le civiltà.

L’11 settembre Huntington non ebbe difficoltà a dare la definizione corretta di quello che stava succedendo: scontro di civiltà. È sempre stato contrario all’intervento in Irak e in Iran, prevedendo che sarebbero state guerre dolorosamente inutili e quindi tragicamente disastrose. La serie di attentati in Irak, dove terroristi massacrano la propria stessa gente gli dà ragione. Anche Oriana era assolutamente contraria prevedendo il rischio gravissimo di destabilizzare ulteriormente verso il disastro. le primavere arabe, nome tragico con cui si indica la sostituzione di regimi centrali dittatoriali, cattivi e laici, con regimi frammentati, più cattivi, più dittatoriali e fanaticamente religiosi, è l’ulteriore prova. Eppure dal marasma qualcosa viene fuori, qualche ostinato oppositore, qualche valoroso blogger, qualche disegnatore di fumetti, a dire che in qualche maniera alla fine la libertà ce la farà

  

Rispondi