Pregare

Come pregare?

Chiedendo le nostre cose: aiutami, guidami. Le preghiere da dire a memoria sono importanti e vanno imparate. Come si prega? La preghiera in ginocchio è la migliore, ma quella è nel corso avanzato “Come diventare Sana Teresa d’Avila in 10 lezioni.” Questo è un corso per cattolici di ritorno, cattolici riluttanti, cattolici imbruttiti e cattolici dilettanti. Può essere seguita anche da liberi pensatori. E’ comunque più divertente fare meditazione seguendo le preghiere che diceva la nonna che mantra buddisti. Ovvero: la preghiera a chilometro zero. Visto che siamo dilettanti il motto è fattela facile. Pregare camminando è molto bello. Il camminare ci permette di riempire l’impazienza dovuta al dover tenere la mente ferma. La mente ferma la si tiene grazie alla visualizzazione. Se non sapete preghiere, cominciate con l’Ave Maria.

Perché?

  1. è facile;
  2. è verosimile che ce la ricordiamo da quando eravamo piccoli o da canzoni;
  3. permette una visualizzazione magnifica, prima la scena dell’Arcangelo Gabriele che annuncia a Maria e finisce con la nostra morte e Lei che verrà;
  4. è la migliore raccomandazione. Nell’episodio delle nozze di Canaan ci viene chiarito che Cristo a sua madre non rifiuta nulla. Anche se siete atei, questa sera provate a dire un’Ave Maria.