piccolo principe

Qualsiasi malattia abbiate parlatene il meno possibile, aiutate il vostro io inconscio a fare il miracolo della guarigione. La preghiera e la meditazione e possono portare le endorfine a picchi verticali e sono loro , le endorfine, che permettono le guarigioni e sono la base biochimica dei miracoli.
Se siamo destinati a morire, impariamo a preparare la nostra morte, impariamo a morire senza rancori, senza rimorsi e senza rimpianti e ricordiamoci che se siamo vicini al morire tutto quello che diciamo diventa più importante. Prepariamo il testamento: quello materiale, certo, ma soprattutto quello spirituale, sono stato fiero di essere il tuo papà, è stato bellissimo vivere con te.
Per me è facile parlarne perché ho avuto l’onore di ascoltare il ricordo di chi è stato dall’altra pare e nessuno potrà mai convincermi che sono solo riflessi nervosi.
Quindi è il mio corpo che sta morendo, non io.
La stessa cosa vale per quelli che amo: è il loro corpo che muore. E se non sono credente ed è morto qualcuno che amiamo?
Teniamo l’attenzione sulla felicità di averlo avuto. E su quanto la vita sia sempre un dono. 
Lo spiega Il Piccolo Principe.
Silvana De Mari.

Rispondi