piazza Carignano per i perseguitatai.

 Rompiamo il silenzio.

la condizione dei cristiani in molti Paesi del mondo (39 secondo il rapporto UE sulla libertà religiosa) è quella di vittime di discriminazioni e persecuzioni. La cronaca ci mette a parte di notizie impressionanti: dai cristiani  iracheni in fuga a centinaia di migliaia, ai vescovi ortodossi di Aleppo rapiti da oltre un anno, al gesuita Paolo Dall’Oglio, alle studentesse nigeriane, alla giovane mamma sudanese…una lunghissima lista di cristiani di cui non si sa nulla. Il rischio dell’indifferenza e della rassegnazione che abbandona i cristiani ad un oscuro destino è grave. Per questo, in occasione della festa di S.Giovanni – perseguitato e martire – la Comunità di Sant’Egidio, insieme alla Comunità Ebraica e alla Città di Torino, invita ad una manifestazione pubblica di memoria e di condanna di ogni violenza per uscire dall’indifferenza che abbandona migliaia di cristiani alla loro sofferenza senza speranza.

L’appuntamento è a Piazza Carignano lunedì 23 giugno alle ore 21 per esprimere la solidarietà di tutta la città ai cristiani e vittime della discriminazione e della persecuzione.