per Nizza.

Coraggio ce la faremo a fermare la barbarie, coraggio, la ce la faremo con la verità, non con la menzogna. Ce la faremo con l’arma dolorosa della verità, con l’arma dolorosa del coraggio e con l’arma della compassione, la compassione per i morti, la compassione , il coraggio, la verità necessaria per dire ai carnefici siete colpevoli, non siete dei pazzi, siete colpevoli, non siete incomprensibili. Comprendiamo che chi vi ha armato la mano è la vostra fede distorta, un odio miserabile che vi profana come uomini. L’arma dolorosa della verità.
la responsabilità di un atto è di colui che lo compie. Quello che c’è dietro è irrilevante. L’uomo guida il camion o non lo guida. Nessuno può fabbricare un’arma che io userò contro civili perché non lo farò mai. la responsabilità della Shoà è di ogni singolo uomo che ha eseguito l’azione. Il responsabile è l’esecutore materiale. Affermando che il responsabile è un altro si nega l’umanità dell’assassino, lo si riduce a un balocco in mano altrui. E’ un gesto gravissimo. Non esiste un terrorismo tibetano, non esiste un terrorismo armeno. Il terrorismo nasce dalla cultura di morte, non dai torti subiti.
E’ stato l’islam. Non tutto l’islam certo, ma mi basta che l’1% degli islamici sul mo territorio siano decisi ad applicare il verso del Corano, uccidi gli infedeli ovunque si trovino che la mia vita sarà un inferno. Se gli altri 99 su cento sono addolorati e contrari, sinceramente contrari e sinceramente addolorati, la mia vita resta un inferno.
O convertiamo gli islamici con l’arma della Verità, convertitevi a Cristo e lasciate le false affermazioni del falso profeta, o moriremo. moriremo male, malissimo. e dopo morto finiremo anche all’inferno, non vi fate illusioni, nel girone dei vili e degli ignavi, perché noi sapevamo la verità, la verità e la via, Cristo, e non la abbiamo detta. Oppure cominciamo dalla verità, e salviamo noi, gli islamici e il mondo.
E la nostra anima.
Quando ci chiederanno: cosa hai fatto con la guerra che è stata data alla tua generazione, se la risposta sarà ho fatto disegnetti per terra con i gessetti colorati, non vi fate illusioni: finiremo con Celestino V, che era uno tanto buono, che non ha mai fatto male a una mosca, uno che avrebbe fatto i disegini con i gessetti colorati, ma è all’inferno perché non combattere è fare il male.
Quindi rispondiamo: ho combattuto per la Verità e la Vita, e onore e gioia a coloro che cadranno combattendo, puniti per aver convertito, per aver creduto, per aver parlato di Cristo.

Rispondi