morale del nuovo Egitto

Le mosche e il lecca-lecca
28 luglio 2012

Ma che messaggio educativo: il nuovo Egitto superislamico di Morsi e dei fratelli musulmani invita le donne a indossare il velo per non istigare branchi di uomini perennemente ingrifati (ma evidentemente innocenti!) alla violenza sessuale.

 

Nell’Egitto di trenta anni fa nessuna donna, nessuna, portava il velo. Magdi Cristiano racconta di sua madre con un vestito con le maniche corte color ciliegia. 

Nella Tunisia di quaranta anni fa nessuno portava il velo. Le donne tunisine stavano in bikini in spiaggia.

sdm

Comments

  1. Sono decisamente scemi: si autoparagonano a mosche, insetti potenzialmente pericolosi in quanto si posano indifferentemente su escrementi e su generi alimentari che ne restano contaminati e sui quali depositano un’infinita quantità di uova.  Questa vignetta potrebbe essere utilizzata per la pubblicità di un nuovo prodotto insetticida. Una terza vignetta potrebbe essere quella che mostra un leccalecca senza involucro e senza mosche.

     

     

  2. è un insulto agli uomini egiziani. Lo stesso concetto ormai è anche da noi, grazie alle moschee in mano ai Fratelli Musulmani. Non appena arriva la moschea le donne islamiche del quartiere devono mettere il velo perché chi non lo porta viene aggredita con palpeggiamenti e insulti. Le persone sono disperate: sono fuggite dai loro paesi per sfuggire agli iman e ora vengono di nuovo riconsegnati a quello stesso potere.

    Comunque le proteste delle donne nel "nuovo Egitto" sono state dissuase da squadre di uomini inviati a palparle e a mettere le mani adddosso, per non parlare dei veri e propri stupri nella piazza della rivoluzione.

    Il possesso totale del corpo delle donne e della loro mente è il punto fondamentale.

    I Fratelli Musulmani sono un pericolo mortale, e che l’amministrazione Obama li sostenga e li consideri un interlocutore è una catastrofe.

    sdm

Rispondi