Migranti

Mio nonno è partito a 15 anni per gli Stati Uniti, da solo, per fare il muratore.

Un viaggio simile al suo è quello degli immigrati regolari, che fanno lavori umili e duri, la badante per esempio, che sono arrivati in aereo o in treno o con regolari traghetti, con regolari permessi di soggiorno.

Quelli arrivati con i barconi arrivano con un ricatto: se annego non è colpa mia che mi sono messo su un gommone sfondato e per arrivarci al gommone ho speso 12 volte quello che mi sarebbe costato l’aereo.

Se muoio è colpa tua che non mi hai salvato. Questi sono gli africani peggiori. Capisco la necessità di evitare la morte in mare, ma è intollerabile tollerarne l’arroganza. Grazie signora Bonino.

Per quale motivo con le mie tasse devo mantenere queste persone?

Silvana De Mari

Comments

  1. C’è una differenza tra il nonno e quelli dei gommoni: il nonno aveva libero accesso all’America, i secondi non hanno possibilità di venire in maniera regolare. E ci sono dei cattolici che si sono schierati contro ai corridoi umanitari (quindi ingressi regolari) perché comunque danno un segnale sbagliato.
    Come si può pensare che della gente, donne comprese, scelga volontariamente di venire rischiando violenze e morte rinunciando a un viaggio in aereo più veloce, più sicuro e più economico?

    1. Il nonno entrava in America solo con un regolare contratto di lavoro, se non lo aveva non partiva neanche. Traduzione per chi fa paragoni improbabili, l’ emigrante italiano veniva accettato solo perché c’era bisogno delle sue braccie e nessuno gli regalava nulla !

  2. Quanto alle badanti, ora arrivano in regola perché ad esempio con la Romania c’è la libera circolazione delle persone. Quando non c’era, parlo di 20-25 anni fa, quante donne sono venute dall’Est col visto turistico e poi rimanevano qua irregolarmente a fare le badanti in nero. Non c’era paragone di numeri tra le irregolari dell’Est e quelli che arrivavano via mare, ma già allora Bossi e compagni preferivano gridare contro l’invasione africana: la minaccia di un nero grande e grosso nella testa della gente fa più effetto di quella di 100 donne (che magari uno si immagina bionde e belle).
    Quanto al loro lavoro di badanti, ora è regolamentato, giornata libera e altro, ma a quei tempi era anche di 24 ore su 24, 7 giorni su 7 e zitte, altrimenti a casa.

  3. il viaggio in aereo dalla Nigeria in Italia costa 450 euro, ma una persona che arriva in aereo deve mantenersi da sola. Arrivare con il barcone costa 4500 euro, quanto una fattoria o una mandria. Se arrivi con il barcone il popolo italiano ti deve mantenere. Quelli che arrivano non sono i poveri dell’Africa, che voi non avete mai visto in vita vostra. Sono all’80% maschi islamici in età militare, tra i 15 e i 40 anni, in buona salute. L’Africa è piena , ossessionata, di video e messaggi, che spiegano come, se arrivi in Italia in maniera fortunosa, poi ti mantengono, devono darti denaro. E’ una follia che danneggia l’Africa e distruggerà noi. Anzi ci ha già distrutto. Auguro a tutti voi di non subire un terremoto, perché nel caso resterete a crepare nel gelo e nel caldo come quelli di Amatricia, che nessuno soccorre e per cui nulla è stato costruito.

Comments are closed.