Lo STANDARD è neutrale?

Lo STANDARD è neutrale?

Non corrisponde alla realtà dei fatti l’affermazione che gli orientamenti  per l’educazione sessuale nelle scuole dello Standard siano neutri, che diano delle indicazioni dettagliate, ma sempre e solo indicazioni, su argomenti come l’affettività da trattare da parte degli esperti e/o insegnanti in classe, come parte del curriculum o meno.

Anche la scheda per i ragazzi dai 15 anni  e oltre, ha come obiettivo la de-costruzione  degli stereotipi (culturali e religiosi) sulla sessualità, il pieno e individuale uso della genitalità come diritto al piacere sensuale, l’uso della contraccezione in tutte le sue forme eccetto che nei metodi naturali, una visione multiforme e fluida della sessualità e dei suoi orientamenti, perché soggetta alla situazione storica e alla volontà del singolo, il diritto soggettivo del “figlio” a tutti i costi, lo stravolgimento del concetto e della realtà di famiglia, per cui ogni relazione può essere considerata “famiglia”, purché vi sia l’amore.

Le informazioni propinate dallo Standard, appunto perché hanno come obiettivo la trasmissione dei contenuti precedenti, non si può assolutamente dire che siano neutrali: è impensabile proporre un programma di educazione sessuale più ideologizzato di così e più riduttivo del mistero della sessualità umana.

Gilberto Gobbi

Sorgente: LO STANDARD E’ NEUTRALE? – Gilberto Gobbi – | Tempo e Spazio. Il blog di Gilberto Gobbi

Rispondi