L’Assunzione di Maria

La festa dell’Assunzione è la festa della madre che ritrova il figlio.

C’è, ovviamente, una traccia semplicemente umana, un segno per noi in ogni passo.

Nel quinto mistero della gioia del Rosario, Maria crede di avere perso il figlio, che è rimasto nel Tempio, e invece lo ritrova.

In questo mistero c’è la perdita del figlio. La madre e il padre credono di averlo perso, invece lui è sicuro in un luogo di Dio dove loro lo ritroveranno: questa perdita creduta definitiva, invece temporanea, in un certo senso prepara la perdita della morte.

Nell’Assunzione, quarto mistero della gloria, Maria ritrova il Figlio dopo la Crocifissione, come ogni madre che ha perso il figlio lo ritroverà dopo la morte.

C’è un abbraccio tra di loro, un abbraccio fatto di corpi che si rincontrano, corpi che per nove mesi sono stati fusi, corpi che hanno un peso, un odore, una forma, che proiettano un’ombra.

Di nuovo ne proiettano una sola.

Silvana De Mari