halloween

vFesteggiamo Halloween ricordando un libro straordinario

Storia notturna. Una decifrazione del sabba Autore Carlo Ginzburg Einaudi

che spiega il rapporto tra persecuzione degli ebrei e persecuzione delle streghe: lo schema inquisitoriale era lo stesso: accusa di collusione con i demonio, la congiura, la festa fatta il venerdì sera, lo Shabat diventa sabba.

Per perseguitare gli Ebrei l’Europa perde la sua anima e insieme con la sua anima massacra le sue stesse donne. Per perseguitare gli Ebrei l’Europa forma un apposito apparato inquisitoriale:che  poi, una volta in piedi, una volta formatosi non può restare disoccupato e si sposta sulle streghe.

L’ebreo è sempre la strega del mondo, colui accusato di tutti i malori, la peste, la prima guerra mondiale, la crisi del 29, e ora il terrorismo islamico. All’Ebreo tutte le colpe sono riconosciute e nessun diritto, meno che mai quello di avere una terra, di viverci in pace e in prosperità.

 

 

 

È necessario capire: leggiamo questo documento presentato al Sinodo, in pompa magna, dall’ex patriarca cattolico di Gerusalemme, noto per contrabbandare armi nella sua automobile: http://www.kairospalestine.ps/sites/default/Documents/Italian.pdf (per un riassunto critico dell’ottimo Meotti, si veda http://www.ilfoglio.it/zakor/654): "Le radici del “terrorismo” sono nell’ingiustizia umana commessa e nel male dell’occupazione."  Terrorismo è naturalmente fra virgolette… L’"ingiustizia", senza virgolette, come si capisce dal contesto, consiste nella fondazione dello Stato di Israele: "Fu un’ingiustizia quando siamo stati cacciati. L’ovest ha cercato di fare ammenda per quello che gli Ebrei avevano sopportato nei paesi europei, ma hanno fatto ammenda a nostro discapito e sulla nostra terra. Hanno cercato di correggere un’ingiustizia e il risultato è stata una nuova ingiustizia.". Non è solo ingiustizia, è un "peccato" (come l’esistenza ebraica è stata per molto tempo). "Noi inoltre dichiariamo che l’occupazione Israeliana della terra Palestinese è un peccato contro Dio o l’umanità perché essa priva i Palestinesi dei loro diritti umani basilari, elargiti da Dio."

Diritti che gli Ebrei non hanno, questo è il punto. Dio agli ebrei non ha mai dato diritto a nessuna terra, perché sono sempre in punizione per non aver riconosciuto  Cristo e devono restare senza terra, raminghi e alla mercé del primo dittatore di turno se non del primo inquisitore.