epifania e befana

Solo Matteo parla dei Magi , portano oro, incenso e mirra e quindi si deduce siano 3 , in realtà Matteo non specifica. Potrebbero essere di più . E non sono re. Sono Magi, persone di spiritualità tanto alta da avere la comprensione del mondo . Tra i loro doni l’oro, perché esiste una ricchezza etica, l’uso della ricchezza per creare serenità e gioia, l’incenso perché senza il senso del sacro si perde il senso del sacro, e la mirra perché la sacralità della morte è l’altro tassello indispensabile . Nel Medio Evo i Magi diventano 3 e si ammantano di connotazioni etniche . La leggenda narra che , ultima tappa prima di Betlemme, i Magi si fermarono nella casa di una vecchia signora , che , sentito il motivo del viaggio, decise di andare anche lei dal Bimbo a portare doni, e dato che non aveva nulla, si mise a fabbricare dolcetti con le mandorle e il miele e i canditi e l’uvetta. Quando i biscotti furono pronti i Magi ormai erano lontani e lei perse la strada e non trovó mai la grotta di Betlemme, e regaló i dolcetti a tutti i bimbi che incontró , che da allora la aspettano, e dato che Epifania è una parla troppo difficile per i bimbi è diventata Befana.