cristiani in Siria

Rablà è una piccola città cristiana nel nord della Siria. La Siria è stata la seconda grande culla della cristianità. Mentre era sulla via di Damasco San Paolo ha trovato l’altra via, le 300 chiese più antiche sono in Siria. La cristianità sta per essere cancellata dalla Siria e dal nord Africa, come è stata già cancellata, completamente, da quella che attualmente si chiama Turchia.

Rablà è completamente accerchiata. È una piccola città completamente cristiana accerchiata da uomini di Al Quaida venuti dal nord Africa. Ne ha portato notizia un ragazzino di 16 anni che è riuscito a scappare sulle montagne in motorino. È venuto a parlarne a Magdi Cristiano Padre Nader, un sacerdote un libanese, siriano per parte di madre. Ho assistito al colloquio ed è stato angosciante. Migliaia di profughi  cristiani stanno arrivando il Libano dalla Siria. Per loro non ci sono aiuti. Gli aiuti internazionali anche nei campi profughi non vengono dati ai cristiani perché sono organizzazioni islamiche anche in Turchia a controllarne la distribuzione. Questo nel silenzio totale e la complicità dell’onu, dell’unione europea, dell’occidente e della Chiesa. Sono addolorata di scrivere quello che sto scrivendo, ma è maledettamente vero.

In Siria i cristiani si nascondono: si nascondono dai soldati di Assad, dai ribelli, dagli islamisti, da Al Qaida.

Racconta padre Nader che dal nord Africa a Damasco arrivano migliaia di uomini armati, armati fino ai denti, venuti a combattere e morire per l’islam. Erano convinti di essere venuti a combattere gli israeliani, non hanno capito la dizione guerra civile, e stanno risolvendo la mancanza di israeliani ammazzando gli unici infedeli presenti in terra siriana, i cristiani.

Padre Nader è venuto a chiedere aiuto e non ne ha trovato. La Chiesa ha deciso di risolvere quello che pudicamente viene chiamato scontro di civiltà con un’alleanza con l’antisionismo islamico e una tolleranza illimitata all’islam nella speranza di una qualche benevolenza. Don Abbondio sarebbe fiero di essere stato un precursore.

 Gesù Cristo non ha insegnato questo.  È  venuto a insegnare il coraggio, virtù senza la quale la compassione non vale nulla, è venuto a insegnare: sia il vostro dire si, si o no, ci ha detto che sarebbe stata la verità a renderci liberi, la verità, non il politicamente corretto, non il linguaggio diplomatico.

Riferisce l’agenzia Reuters che “gli islamici vogliono purificare la Siria dalla presenza cristiana”.

La comunità cristiana si è tenuta fuori dalla guerra civile, senza schierarsi né con il regime nazional socialista di Assad, né con i ribelli sempre più infiltrati dall’integralismo più folle. Il regime quindi ora li accusa di non essere dalla parte di Assad, che comunque, aveva loro garantito una certa libertà. I ribelli li accusano di non aver parlato contro il regime.

Il vescovo Sirio ortodosso di Aleppo Yohana Ibrahim parla di uccisioni sommarie di cristiani da entrambi gli schieramenti.

Padre Nader in Libano sta ospitando un migliaio di cristiani in fuga in un vescovato e nelle aule scolastiche della scuola cristiana, che quindi non può aprire i battenti perché tra i banchi ci sono bucati di pannolini e nei corridoi cuociono i fagioli.

Padre Nader ha bisogno di aiuto, per i profughi cristiani in Libano, ha bisogno di

Latte in polvere per neonati

Cibo in scatola di qualsiasi genere ( carne tonno fagioli eccetera)

Farina

Antiinfiammatori e antibiotici per adulti e bambini, materiale da medicazione.

Chiunque sia in grado di dare aiuto, lo dia.

Comprate qualcuno di questi generi, metteteli in un pacco, e spediteli per posta.

Appena sono sicura che le cose arrivano vi sarò l’indirizzo.

Non ha bisogno però solo di tonno e fagioli e latte in polvere.

Ha bisogno di coraggio.

Il coraggio di persone che dicano che l’islam non può e non vuole convivere con la cristianità e meno che mai con l’ebraismo, vuole asservirli e distruggerli. Cancellarli.

Il latte in polvere è essenziale.

Il coraggio ancora di più

Silvana De Mari.

Comments

  1. Terribile, ma non nuovo. Discriminazioni ed atrocità  del genere si fanno, ho sentito, anche nei vicini Balcani. Cerherò di raccogliere antibiotici ed antiinfiammatori presso ii colleghi medici e dagli informatori, anche se di campioni non se ne vedono più molti con i" chiari di Luna" attuali. Fammi sapere a che indirizzo inviarli. Guglielmo

  2.  E in tutto questo, abbiamo una notizia che considero particolarmente bella. Se costituisse una prova, forse un po’ di cose potrebbero cambiare, nelle gerarchie ecclesiastiche che tanto allontanano la gente dal cristianesimo.

    http://www.controcopertina.com/un-papiro-conferma-gesu-era-sposato-il-vaticano-trema/

     

     

  3. Grazie Gugliemo, grazie Malk

Rispondi