Camminare nel bosco è un’esperienza religiosa

Camminare nel bosco è un’esperienza religiosa.

Nel bosco c’è l’incontro con la bellezza e quindi con Dio. C’è l’incontro con la vita, e quindi con la sessualità. Mettiamo i nostri piedi uno dopo l’altro; noi siamo nati dalla sessualità di nostro padre e nostra madre; il seme di un uomo che ha incontrato il ventre di una madre, ognuno degli uccelli che ascoltiamo è nato dalla sessualità, dall’incontro di maschile e femminile; ognuno degli scoiattoli, anche i grandi alberi sono nati dalla sessualità; e il cagnolino che corre di fianco a noi.

Siamo immersi nella vita: che nasce da sola da altra vita per gemmazione oppure nasce attraverso l’incontro di maschile e femminile. Quindi la sessualità, l’incontro di maschile e femminile, è sacra.

SILVANA DE MARI