Lo psichiatra Fabio Castriota: «Mai più si separino gestante e bambino»

  di Lucia Bellaspiga giovedì 6 aprile 2017 – Avvenire “La maternità surrogata spezza l’unità profonda, documentata dalla scienza, di bimbo e mamma“. La gravidanza non è solo un passaggio in un contenitore intercambiabile», ma è il tempo in cui nasce «una storia complessa», addirittura si imposta «il successivo sviluppo psichico» sia della madre che del feto, il quale «memorizza …

Depressioni, attacchi di panico, malesseri giovanili (e non): fallimenti e impossibilità di ribellione

Depressioni, attacchi di panico, malesseri giovanili (e non): fallimenti e impossibilità di ribellione   Torniamo a parlare di depressione, attacchi di panico, malesseri giovanili e non. Fallimenti e impossibilità di ribellione. Nel modello di società progettato dall’Impero – che io definirei “società della prestazione” (di stampo neoliberale) tutto dev’essere misurato. Dal sesso alla psiche, dai sentimenti alla volontà. Uno dei grandi …

“Are we building the world we all want?” (Stiamo costruendo il mondo che tutti noi vogliamo?)

“Tutti” chi? Il Bus della Libertà di CitizenGO, che sta girando la Spagna contro l’ideologia Gender per ricordare i più basilari elementi di biologia (gli uomini sono maschi, le donne femmine), è stato ‘accolto’ a Siviglia da gruppi Lgbt che l’hanno preso a sassate. Qualcuno si ricorderà cosa ripeto da due anni a questa parte? “PSICOSI SOCIALE AD ALTO TASSO …

Possiamo davvero abbandonare l’idea di verità?

Secondo Richard Rorty , “la mente non è uno specchio“. Con questa metafora, il filosofo americano intende salutare definitivamente la tradizione occidentale ed in particolare la filosofia moderna e contemporanea, per passare finalmente e compiutamente al “postmoderno“. Categoria curiosa e decisamente appetibile, questa, per chiunque proprio sulla base della stessa supremazia dell’ermeneutica affermata dai “post-moderni” volesse porre domande e obiezioni. Comunque sia: l’esito …

L’unica speranza è tornare alla realtà

I tempi sono ormai quello che sono. L’impressione è che non ci sia altro da fare se non assistere inermi al degrado psico-sociale, alla fine dell’umanità come l’avevamo sempre intesa. In effetti, ci siamo svegliati tardi. Qualche sentinella aveva lanciato un profetico grido d’allarme, è  vero. Ma come spesso accade, avevamo tutti pensato all’esagerazione. Alla paranoia del singolo. Forse anche un …

L’era della psicosi sociale: ad alto tasso di contagio

Siamo nell’era della psicosi sociale, della negazione dell’evidenza più incontrovertibile. Uno stato di paurosa sofferenza psichica, ad alto tasso di contagio, che attraversa paesi e generazioni intere. La sua origine è il senso del male, la percezione del male, la consapevolezza del proprio male. Che è prima di tutto finitudine: l’essere finiti, il dover finire. Per questo si cerca salvezza …

Ritrovare l’indipendenza

Ritrovare l’indipendenza Con la ribellione e con la ricerca dell’indipendenza: dando ascolto alla stampa indipendente, alle ricerche indipendenti, alle voci indipendenti. Con il pensiero critico: quindi con lo studio, con il rigore della logica e la fermezza al piano dell’evidenza, lasciando i neo-linguaggi autoreferenziali a chi li ha inventati, per dominarci, ribellandoci non solo alla neo-lingua ma anche alla seduzione …

Ma come si esce da questo stato?

Weltanschauung: ma come si esce da questo stato? Per una rappresentazione del mondo, della vita, e per una presa di posizione di fronte all’accadere. La carrellata di orrori ed apparenti stranezze dovrebbe essere sufficiente per tentare una sintesi unitaria e per delineare un sguardo d’insieme. Un primo elemento sembra emergere in modo incontrovertibile: rispetto ai temi e ai problemi indicati non …

Della monade-animale

Prefazione prefaziosa Ovvero: “sullo stare al di qua del sacro” Sì, lo so. Non si dovrebbe scrivere in prima persona. Ma questo non è un saggio filosofico. Né un manifesto politico. E’ un atto di ribellione. E come ogni ogni sovversivo, cerco complici. Dunque la domanda è: tu, da che parte stai? Siamo nell’era di un riduzionismo spaventoso: la coscienza …

Quando lo psichiatra pensa che Dio sia una follia…

Sono sempre molto colpito dal modo con cui alcuni psichiatri (più psichiatri che psicologi, ed è facile capire perché) guardano stupiti agli uomini di fede dotati di un minimo di cervello e di cultura scientifica. Ad uno sguardo attento, che ama ficcare il naso dietro le quinte, risulterà chiaro quello che pensano, senza aver il coraggio di dirlo apertamente. Anzi, …