antisemitismo su Rinascita.

Ritengo opportuno, per una volta, iniziare questa mia rassegna invitando i lettori a leggere l’articolo di Giampiero Caragnano su Rinascita. Prendendo lo spunto dall’attentato di Burgas, senza una parola di partecipazione verso le vittime, dopo una descrizione delle divisioni tra le tante correnti religiose islamiche, Caragnano si chiede perchè Netanyahu abbia accusato proprio gli sciiti, senza neppure svelare le "sue" prove (bisogna forse spiegare a questo giornalista come ci si muove ad operazioni in corso in tutto il mondo? Le prove usciranno a tempo debito, come sempre in Israele). Riporto solo alcune frasi, a beneficio di chi si rifiuta di leggere l’articolo intero. "Gli ebrei sono eterne vittime". "Ha mai fatto qualcosa Israele per l’Italia?" (ricordo, ad esempio, la brigata ebraica e, più recentemente, gli aiuti ai terremotati dell’Emilia che vergognose figure avrebbero voluto rifiutare!). "L’Occidente si serve dei salafiti per i suoi piani". "L’attentato giunge a Israele come cacio sui maccheroni per stornare la colpa sull’Iran" ed infine la chiusura dell’articolo: "A noi basta la loro sacra parola. In fondo sono gli angeli del bene, il popolo eletto da Dio. Chissà che abbiano anche una linea diretta col Padreterno". Aggiungo solo che queste vergognose parole sono pubblicate anche, per non dire soprattutto, grazie ai fondi versati con le tasse dei cittadini italiani.

Emanuel Segre Amar