– Mi chiamo Silvana De Mari. La mia famiglia è originaria dalla Corsica. Nell’XI secolo la mia antenata Barbara De Mari ha combattuto i saraceni per proteggere i suoi contadini con l’ascia perché lei era femmina e la spada non le toccava. A nord della Corsica, vicino Macinaggio, c’è ancora la torre dei De Mari. Abbiamo combattuto sotto le repubbliche di Genova e Noli. Abbiamo combattuto poi per l’Italia.
Questa mia per esprimere tutto il mio disprezzo a un governo che ha rinnegato tutta la nostra storia, tutto quello che siamo per inchinarsi davanti a un criminale negazionista lapidatore di ragazzine e impiccatore di omosessuali.
La mia religione celebra con il vino il più alto dei suoi momenti, l’Eucarestia. Qualcuno spieghi a Renzi che chiunque trovi il vino disdicevole sta offendendo la mia religione, quella per cui abbiamo combattuto e con la quale abbiamo vinto. Dite a Renzi che è in tutto e per tutto un assoluto zuzzerellone, e che somiglia a uno statista quanto la Boldrini somiglia alla Signora Thatcher.
 

Rispondi