25 aprile

oggi pensiamo a chi ha liberato l’Italia: le truppe alleate, inclusi di brigata ebraica, ed i partigiani. I partigiani che hanno combattuto erano divisi in tre colori, come la nostra bandiera: i bianchi, i monarchici, gli ex militari, i meglio armati ed addestrati,  i verdi, giustizia e libertà, tra cui Oriana Fallaci e primo Levi e purtroppo i rossi, al servizio di Stalin.

Vorrei dedicare questo post a tutti coloro che NON sono stati liberati

i circa mille antifascisti che si erano rifugiati in quanto comunisti in Unione Sovietica e sono morti TUTTI in gulag, di stenti o fucilati

alla divisione Osoppo che dopo aver tenuto testa ai nazifascisti fu massacrata dai partigiani comunisti

e, ovviamente,  tutti i cittadini italiani ebrei che sono partiti e non sono mai tornati: la più piccola è una neonata senza nome.

Un abbraccio anche all’Etiopia, barbaramente invasa e straziata.

Il fascismo è sempre stato criminale e ripugnante, sempre già dall’inizio. Che poi sia Hitler che Stalin fossero peggio, è indubbio, ma il fascismo è sempre stato ripugnante.

Uno strano e criminale  personaggio mai finito davanti a un tribunale e anzi morto nel suo letto e con tutti gli onori fu Badoglio.

La canzoncina è stata scritta da un combattente di Giustizia e Libertà

E con questa nota di allegria un saluto a tutti

sdm